Tempo al Tempo

by Matteo Polci

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

      name your price

     

1.
2.
03:49
3.
4.
5.
6.
02:37

credits

released November 5, 2013

Musica e testi di Matteo Polci
Ep prodotto da Matteo Polci e Iacopo Sinigaglia.
Registrato, missato e masterizzato da Iacopo Sinigaglia.
Basso suonato da Giulio Bodini.
Batteria suonata da Claudio Gatta.

tags

license

all rights reserved

about

Matteo Polci Rome, Italy

contact / help

Contact Matteo Polci

Streaming and
Download help

Track Name: Tempo al Tempo
Ho chiesto tempo al tempo
Mi ha dato solo noia
Ho deciso di cambiare
Gelandomi nel male

Tu hai cercato un risultato
Senza notare mai
Che i tuoi vizi esasperati
Ti hanno resa schiava ormai

E io non so che dire
Sul masochismo che mi affligge
Vorrei poter svenire
Non doverti più sentire

E invece tu mi parli
Io mi faccio catturare
La tua preda destinata
A una fine ormai scontata

Non c’è motivazione
Se mi prendi e mi contorci
Resta solo il desiderio
Di star lontano dal veleno


Non c’è motivazione
Che mi preme e mi sconvolge
Solo un vecchio desiderio
Di star lontano dal veleno

Aria
Tu dammi solo aria
Solamente aria
Ancora e ancora aria

Che poi so cazzi miei.
Track Name: Lei
Lei voleva compagnia
Respingendo nostalgie
Amari sogni dei bisogni suoi

Senza spazio dove andare?
Nemmeno l’acqua lavare
Questo senso suo d’impurità

Ora sa che ha perso ancora, ancora
E nonostante giocherà ancora
Dove andrà non si ritroverà ma
Lei non ha niente per cui restare lucida così

Ha uno strano senso di rimorso
Nell’aver bucato il corpo
Per attimi di confusione ed estasi

Scende lenta nelle vene
S abbandona e lei la sostiene
Ma per poco ancora durerà

Ora sa che ha perso ancora, ancora
E nonostante giocherà ancora
Dove andrà non si ritroverà ma
Lei non ha niente per cui restare lucida così
Track Name: Sogni d'inverno
Un personaggio su di te
Che non si adatta bene
Hai creduto fosse lui
Invece cambia ancora
Nella tua forma vedo me
E mi fa paura
Freddo astenerti, di apatia
Morirai scoperto.

Nei tuoi sogni d'inverno anch'io
Ho vissuto
Per errori comuni dio
Mi ha ucciso

Frammentata la realtà
Ti rinchiude in specchi
L'ostinata cecità
Già ti manda avanti
L'infinito è tra i riflessi
Ma se non sei nel mezzo
Dall'esterno capirai
Che è tutto un vuoto assurdo.

Nei tuoi sogni d'inverno anch'io
Ho vissuto
Per errori comuni dio
Mi ha ucciso
Track Name: Tragitto verso casa
Cammino nel buio alle sei e non sento che voci e minacce di demoni
Combatto con ombre violente, non scappo e cerco un riscatto con volgarità

Si perde anche senza sconfitta e non c’è ricompensa per chi
come me ha un coltello alla gola ma sgomita ancora nel sangue degli incubi tuoi

perso
disperso
ho chiesto cos’è
nessuna risposta
vorrei sapere ma so che hai un… (ruvida e sleale come me)
Track Name: Camminando a vista
Perso tra le case con alcune luci accese
Distrattamente osservo altre vite ormai arrese
Dai sogni inespressi i loro nomi sono omessi
Implorano un aiuto incoraggiandone il rifiuto

Chi sei e cosa vuoi disse l’uomo re dei rei
Lo sai che altri viandanti si son persi andando avanti
A volte la parola ti ostacola e cattura
E la vista non consola nel buio e nell’arsura

Non chiedere pietà se ricerchi la realtà
Io cercavo un motivo per ricordarne il viso
Seguivo il miraggio fino al sadico villaggio,
Dimenticato ormai, rinchiuso, chiedo dove sei.
Track Name: Credo che
Cosa non va ?
Il tempo lo sa
Cos’è che hai ?
Spero ma non me lo dirai

Hai chiesto anche tu
Troppi favori ormai
Sopportarli è
Un suicidio sai

Credo che non ci sia un rimedio per…
Credo che non ci sia un rimedio per me